VITILIGINE

CHE COS’È LA VITILIGINE?

La vitiligine è una malattia della pelle caratterizzata dalla perdita del normale pigmento in alcune zone della pelle, che appaiono bianche.

Pur essendo molto frequente (colpisce circa l'1-2% della popolazione) la dermatosi ha ancora cause ignote, anche se sono ben documentate alterazioni del sistema immunitario.

Pare, inoltre, che in un terzo dei pazienti un ruolo importante sia giocato anche da fattori ereditari.

La malattia inizia spesso attorno ad un neo con un alone di depigmentazione biancastro (nevo di Sutton).

Nei casi conclamati si manifesta con chiazze bianche rotondeggianti localizzate preferenzialmente agli arti, ai genitali, alle areole mammarie e attorno alla bocca. Talvolta la malattia si associa ad altre patologie di cui può esserne espressione; per tutte le persone affette da vitiligine è quindi importante sottoporsi ad approfonditi esami per escludere un diverso disturbo associato. La terapia è lunga, e spesso deludente, anche se, in questi ultimi anni, sono stati fatti progressi grazie alla notevole evoluzione nelle conoscenze di fotobiologia.

LA NOSTRA STRATEGIA

Parte da una prima visita specialistica, che comprende una accurata osservazione con lampada di Wood ed una misurazione del contenuto di melanina nelle aree ammalate mediante indagine multispettrale con metodica Antera .

La gravità della forma sarà supportata in alcuni casi dall’esecuzione di specifici esami del sangue, ed eventualmente dalla cooperazione con altri nostri specialisti (endocrinologo, immunologo) nel caso di malattie interne associate.

Successivamente, verrà instaurata la terapia più idonea a ciascun specifico caso avvalendosi anche delle più avanzate strumentazioni di alta tecnologia per rispondere al meglio al bisogno del paziente.