TOSSINA BOTULINICA

Procedura ad alta tecnologia

CHE COS’E LA TOSSINA BOTULINICA?

La tossina boltulinica è associata al trattamento di distensione delle rughe d’espressione molto discusso, soprattutto per la grande ignoranza dei media che si lasciano influenzare dalle prime affermazioni un po’ forti e che promettono un aumento dell’audience.

La prima descrizione del botulismo come malattia con un interesse per la cura di alcune patologie mediche risale al XVIII secolo.

Da questo momento gli studi si sono fatti approfonditi e nel 1897 la tossina botulinica viene isolata e tra il 1950 e il 1960 viene purificata in diversi laboratori e viene lavorata solo la parte necessaria per ottenere l’effetto di rallentamento della contrazione muscolare.

Questa azione, non è dovuta alla compromissione della fisiologia muscolare ma all’inibizione del rilascio di acetilcolina dai terminali presinaptici della giunzione neuromuscolare.

Tenendo conto di ciò, la tossina può essere impiegata a fini terapeutici.

Svariate patologie hanno alla base cause di iperattività colinergica del sistema nervoso autonomo o di quella della muscolatura scheletrica. Condizioni di iperattività colinergica muscolare scheletricasono: il blefarospasmo (cioè la chiusura incontrollata delle palpebre), l’emispasmo facciale; lo strabismo, la spasticità; la distonia cervicale, oromandibolare e laringea; i crampi occupazionali.

E ancora: l’ iperidrosi palmare e ascellare (eccessiva sudorazione); la rinorrea (eccessiva stimolazione della mucosa nasale con conseguente edema e sovrapproduzione di muco); la scialorrea (eccessiva stimolazione della produzione salivare); l’acalasia (compromissione della peristalsi esofagea); la disfagia (spasmo dello sfintere esofageo inferiore), tutte patologie che trovano beneficio dall’utilizzo della tossina botulinica.

Dal 1968 incomincia la sperimentazione in campo medico per valutarne i possibili usi. Nel 1989 l’approvazione per l’utilizzo in campo oftalmico e neurologico.

La storia e lo studio di questa sostanza data ormai molti anni, forse più dell’aspirina, ma solo nel 1990, quando inizia il boom della medicina estetica, cominciano le prime pubblicazioni su un suo utilizzo per attenuare le rughe dovute ad iperattività muscolare, cioè le rughe d’espressione.

L’altro utilizzo, sempre in campo dermatologico ed estetico, è quello del trattamento dell’iperidrosi ascellare, di mani, piedi o qualsiasi altra parte del corpo che ne sia interessata.

Esistono tre case produttrici di tossina botulinica che differiscono pochissimo nel processo di purificazione e sintesi per cui si può affermare che i trattamenti sono praticamente sovrapponibili con qualsiasi tossina utilizzato, il risultato è principalmente operatore dipendente.

QUALI SONO I POSSIBILI BENEFICI DELLA TOSSINA BOTULINICA?

Le rughe di espressione sono dovute ad una iperattività, a volte inconscia, di alcuni gruppi muscolari, che durante la giornata o anche la notte si contraggono indipendentemente dalla nostra volontà. Questo fatto determina con il passare del tempo, la formazione di rughe che diventano sempre più stabili ed evidenti.

L’effetto della tossina botulinica è quello di rallentare, fino a bloccare ad alte dosi, questa contrazione con il risultato di una distensione della pelle sovrastante il muscolo.

L’effetto non è definitivo, ma solo momentaneo: nel giro di 4-6 mesi la placca neuromuscolare è in grado di riprodurre il neurotrasmettitore che la tossina esaurisce e tutto torna, poco per volta, come prima.

Bisogna dire però, che siccome andiamo a trattare delle rughe d’espressione, se noi blocchiamo per diverso tempo questo movimento il nostro subconscio se lo dimentica e con il passare del tempo l’effetto della tossina botulinica diventa sempre più lungo.

Nel caso dell’iperidrosi il meccanismo di azione della tossina botulinica prevede il blocco delle terminazioni nervose che attivano le ghiandole sudoripare, riducendo così la secrezione di sudore, con un beneficio che dura fino a 6 mesi.

IN CHE COSA CONSISTE IL TRATTAMENTO CON TOSSINA BOTULINICA?

Il trattamento è molto poco invasivo. Dopo un accurato studio di come si muovono i muscoli del volto, e da cui si deduce che il trattamento è diverso per ogni persona perché non troveremo mai due persone con le medesime espressioni e intensità di contrazione, si segnano i punti dove iniettare la tossina per indebolire il muscolo che si contrae.

Nel caso dell’iperidrosi se non è chiara la zona da trattare si effettua un test di Minor per delimitare la zona da trattare.

  • immediatamente prima il TRATTAMENTO CON TOSSINA BOTULINICA

su una pelle pulita, accuratamente struccata si segnano i punti dove iniettare la tossina botulinica (Vistabex, Allergan)

  • durante IL TRATTAMENTO CON TOSSINA BOTULINICA

il trattamento non è doloroso: una modesta puntura o un piccolo bruciore del liquido che entra e che passa nel giro di pochi minuti

  • immediatamente dopo IL TRATTAMENTO CON TOSSINA BOTULINICA

Sulla pelle rimangono dei piccoli puntini rossi dove è entrato l’ago e che scompaiono del giro di una mezz’ora

QUANTO DURA IL TRATTAMENTO CON TOSSINA BOTULINICA?

La durata dell'intervento dipende dalla estensione della patologia

QUANDO VEDRÒ I RISULTATI DEL TRATTAMENTO CON TOSSINA BOTULINICA?

I risultati non sono immediati. La tossina necessita di quindici giorni per avere una piena efficacia.

La diminuzione della contrazione o della sudorazione incomincerà a manifestarsi intorno al terzo giorno dopo il trattamento e poco per volta nei giorni successivi raggiungerà la sua completezza.

QUANTO COSTA IL TRATTAMENTO CON TOSSINA BOTULINICA?

I costi per la consulenza iniziale e per i trattamenti sono ragionevoli in rapporto al livello di qualità dei materiali utilizzati dal nostro Centro.

I prezzi dipendono dall'estensione delle aree da trattare, dalla tipologia delle lesioni, e dal numero di sedute necessarie per ottenere i risultati clinici previsti. Contattaci per avere ulteriori informazioni.

tossina botulinica per rughe PRE
tossina botulinica per rughe POST
iper sudorazione mani
iper sudorazione ascellare