POICHILODERMIA DI CIVATTE

CHE COS’È LA POICHILODERMIA DI CIVATTE?

La Poichilodermia di Civatte è una malattia cronica, dovuta a prolungate esposizioni solari, caratterizzata nelle sue fasi iniziali dalla comparsa di fini capillari dilatati su collo e decolleté, che conferiscono un caratteristico aspetto screziato alla pelle. Col progredire degli anni compaiono, accanto ai capillari dilatati delle piccole e molteplici macchioline color bruno chiaro. L’area cutanea sotto il mento è sempre risparmiata.

LA NOSTRA STRATEGIA IN CASO DI POICHILODERMIA DI CIVATTE

Durante la prima visita sarai sottoposta a indagine multispettrale, mediante Antera, della parte ammalata, allo scopo di valutare la presenza e la prevalenza dei vari pigmenti che caratterizzano la malattia e di misurarne la concentrazione. Una capillaroscopia digitale completerà la visita per valutare le dimensioni dei vasi dilatati.

Grazie a questo approccio potremmo iniziare un percorso terapeutico personalizzato per ottimizzare la risposta terapeutica. Infatti nelle fasi iniziali, in cui prevale il colorito rosso, il trattamento laser mediante dye laser a impulso variabile permette di dare un ritorno alla normalità a queste zone. Con questa metodica sono necessari diversi trattamenti.

Una tecnologia altrettanto valida, soprattutto se coesistono altre alterazioni solari come la presenza di lentigo solari è rappresentata dalla nuova tecnologia Nordlys SWT (selective wavebamd technology).

Naturalmente la scelta tra le due metodiche dipenderà dalla valutazione clinica effettuata dallo specialista nel corso della prima visita.

Nelle fasi invece più avanzate, in cui prevale la colorazione ocra, si ottengono, in molti casi, ottimi risultati con la tecnica della fototermolisi frazionale non ablativa, capace di eliminare il pigmento marone attraverso la superficie cutanea trasportandolo dalla profondità verso l’esterno, con un meccanismo chiamato “ad ascensore”.

ICLID civette pre
iclid civette post
civatte pre
civette post