PELLE IMPURA CON PORI DILATATI

CHE COS’È LA PELLE IMPURA CON PORI DILATATI?

Le manifestazioni della pelle impura possono essere l’untuosità cutanea del volto, per un aumento di sebo, pori dilatati, punti neri che danno un aspetto non uniforme alla pelle diminuendone la  luminosità. Una modesta attivazione dell'attività delle ghiandole del volto determina spesso un aspetto untuoso della pelle e una dilatazione dei pori che si manifesta anche con una tipica superficie a "buccia d'arancia". Infatti  il sebo in eccesso blocca il canale e il poro dando origine alla sua dilatazione e a punti neri. Talvolta un innocuo batterio, chiamato Propionibacterium acnes, che comunemente vive nella ghiandola, complica le cose creando infiammazione e piccoli foruncoli.

 

LA NOSTRA STRATEGIA IN CASO DI PELLE IMPURA E PORI DILATATI

Sarai sottoposto a una visita clinica per valutare il livello di gravità e per classificare la tua forma, che comprenderà alcune indagini strumentali non invasive: le alterazioni della struttura cutanea (depressioni, pori, protrusioni, cicatrici avvallate, stato infiammatorio e vascolarizzazione della tua cute) saranno studiati mediante un’indagine multispettrale, mentre con la videodermoscopia digitale si valuteranno i dettagli strutturali microscopici come le dimensioni dei comedoni, l’eventuale aumento (iperplasia) dei pori sebacei.

Uno studio con luce di Wood ci permetterà di studiare la presenza di particolari sostanze prodotte dall’infiammazione, chiamate porfirine. Infine, per le donne, l’esecuzione di esami del sangue ed ecografici ci daranno precise informazioni sul tuo assetto ormonale. Tutto ciò permetterà di proporti un percorso terapeutico personalizzato, con una attenzione rivolta, non solo alla pelle, ma anche agli aspetti interni che possono contribuire a generare il problema.

Da un punto di vista terapeutico cutaneo, a seconda dell’intensità del problema, sono a disposizione nuove risorse efficaci e non invasive. In particolare una nuova tecnologia laser (laser peeling con pretrattamento al carbonio), permette, senza dolore né lesioni sulla pelle, di pulire in profondità i pori, conferendo alla cute un aspetto luminoso.

Inoltre, se sono presenti anche piccoli esiti con microcicatrici, il laser frazionale a luce infrarossa Palomar Lux1450 nanometri è in grado di ridurne la visibilità, anche se non le cancella completamente. Inoltre la sua luce, assorbita dalle strutture ghiandolari, regola la funzione della ghiandola sebacea e ne riduce le dimensioni, conferendo alla pelle un aspetto più liscio.
Il trattamento non danneggia in alcun modo la pelle.

In entrambe le procedure è necessario sottoporsi a sedute mensili della durata di alcuni minuti.

Talvolta i pori dilatati sono uno dei segni del fotoinvecchiamento cutaneo: in questi casi il problema può essere trattato nella sua globalità mediante un’unica seduta con laser resurfacing frazionale del volto, mediante metodica afx