CHERATOSI SOLARI - ATTINICHE

CHE COSA SONO LE CHERATOSI SOLARI?

Le Cheratosi solari, scientificamente chiamate cheratosi attiniche, Fino a poco fa erano considerate lesioni precancerose, forme che tendono cioè a trasformarsi in un tumore maligno della pelle, oggi sono invece classificate come carcinomi in situ (cioè superficiali, in fase iniziale e ancora non invasivi).

Insorgono solitamente su zone di pelle esposte alla luce: volto, cuoio capelluto, arti superiori.

Si presentano come piccole placchette color pelle o brune, ricoperte da squame biancastre.

Spesso le lesioni insorgono in un’area cutanea fortemente danneggiata a livello strutturale dalle radiazioni solari, che rappresenta il terreno di generazione di queste lesioni: è il cosiddetto campo di cancerizzazione.

 

LA NOSTRA STRATEGIA IN CASO DI CHERATOSI SOLARI

Il percorso inizia con una accurata visita clinico-strumentale, per valutare la tipologia di lesione e l’eventuale presenza del campo di cancerizzazione.

In base ai dati raccolti, la strategia terapeutica varierà a seconda della presentazione clinica e sarà sempre personalizzata, contemplando l'utilizzo singolo o combinato delle più moderne tecniche farmacologiche, fotochirurgiche e dermochirurgiche.

La strategia terapeutica, oltre che a curare le cheratosi solari, dovrà mirare a grattare anche il campo di cancerizzazione, cercando di riportare la pelle a condizioni di normalità fisiologica.

È sempre previsto un ciclo di controlli clinici, nel tempo, per monitorare l'evoluzione della patologia e le eventuali recidive.